You are currently viewing Fornitura e Manutenzione Estintori Termini

Antincendio Roma – Fornitura Accessori Antincendio Termini

Il nostro lavoro consiste nel fornire, collaudare, revisionarericaricare gli estintori, di ogni tipologia, a Termini e in altre zone della provincia di Roma, per conto delle più disparate attività commerciali, industriali e pubbliche. Se cerchi una ditta seria per la fornitura e manutenzione estintori Termini facciamo al caso tuo, contattaci.
 

facchinaggio rapido Termini Fase 1. Fornitura Estintori Termini
facchinaggio fidato Termini Fase 2. Manutenzione Estintori Termini
facchinaggio conveniente Termini Fase 3. Smaltimento Estintori Termini

METTI IN REGOLA LA TUA AZIENDA – 06 94 80 27 83

Richiedi Informazioni sulla Fornitura e Manutenzione Estintori

Cos'è l'Estintore?

L’estintore è strumento che contiene al suo interno un materiale, formata da roccia tritata dotata di un agente di natura estinguente, che viene espulso con l'azoto pressurizzato, che funge da propellente interno.
Tutti gli estintori che arrivano a 20 Kg vengono definiti "portatili", quando invece hanno una massa superiore si parla di estintori carrellati, e cioè inseriti in un carrello, ma comunque movimentati manualmente.

Quando Sussiste l'Obbligatorietà di Installazione Estintori?

  • Obbligo Fornitura Estintori Per Aziende a Termini

Per ricadere nell’obbligo di installazione di estintori, è sufficiente avere un solo dipendente, un socio, un collaboratore (anche appartenente alla famiglia). Oppure se all'interno dell’edificio sono presenti altri lavoratori, come impresa di pulizie, ad esempio.

  • Obbligo Fornitura Estintori Per Condomini a Termini

Anche nei condomini, pur non essendo un'attività soggetta al controllo dei VVF, esiste l’obbligo di installare estintori (almeno uno per piano), e relativi segnali. In questi casi, l’amministratore condominiale configura come "datore di lavoro", ed è il custode di tutte le responsabilità civili e penali del caso.

Fornitura e Manutenzione Estintori Termini: Quali Sono le Tipologie di Estintori Esistenti?

Per prima cosa è bene sapere che gli estintori – di qualsiasi tipo – devono essere dotati di dichiarazione di conformità, di libretto di uso e manutenzione delle schede tecniche e di schede di sicurezza dell’estinguente.

*Gli estintori devono essere utilizzati per la classe d’incendio ai quali sono raccomandati.
 

Fornitura estintori a polvere Termini

Tipologia: Estintori a Polvere

Questo estintore contiene una polvere chimica che agisce da estinguente, formata prettamente da miscele saline, le quali saranno utili per diverse tipologie di incendio:

  • Per gli incendi di classe B e C: Molto efficace grazie al Bicarbonato di potassio 
  • Per gli incendi di classe A, B e C: Molto efficace grazie al Solfato di ammonio e il fosfato monoammonico 

Quando si estingue un incendio con questo tipo di estintore è bene dirigere sempre l’estinguente alla base delle fiamme. Una volta che l’avete spento è importante arieggiare il locale. Tenete a mente che pur essendo polivalente, e cioè che può agire su svariate categorie d’incendio, ogni tipo di materiale in fiamme deve essere affrontato con l'estintore adatto.

  • Costo estintori a polvere Termini: Prezzo medio per estintore da 6 kg tra i 40 e i 60 euro
Fornitura estintori Co2 Termini

Tipologia: Estintori a Anidride Carbonica CO2

L’ estintore a Co2 (anidride carbonica) agisce per soffocamento dell’incendio, perché quando passa dallo stato liquido al gassoso sottrae ossigeno al fuoco e in parte lo raffredda.

  • Per gli incendi di classe B e C: Molto efficace 
  • Per gli incendi di classe A: Molto efficace 

Il punto a favore di questo estintore riguarda la capacità di non danneggiare macchinari e apparecchiature; proprio per questo viene spesso utilizzato in impianti di spegnimento fissi. Il punto a suo sfavore invece (o meglio la sua pericolosità), è che è in grado di causare problemi di respirazione sottraendo l’ossigeno. Sono infatti obbligatori sistemi di segnalazione acustici e ottici che avvisino di abbandonare al più presto i locali.

  • Costo estintori a anidride carbonica CO2 Termini: Costo medio per estintore da 5 kg tra 80 euro e 120 euro
Fornitura estintori a schiuma Termini

Tipologia: Estintori a Schiuma

Questi estintori sono composti da un agente estinguente di liquido schiumogeno miscelato con acqua e additivi, quindi le fiamme vengono estinte in questo caso, per soffocamento in quanto si frappongono tra l’ossigeno dell’aria e il combustibile.

  • Per gli incendi di classe A e B: Molto efficace 
  • Per gli incendi di classe D: NON efficace ✖

Esistono comunque vari tipi di schiume: miscela schiumogena fluoro sintetica, miscela schiumogena sintetica, miscela schiumogena fluoro proteinica e miscela schiumogena per alcoli.

  • Costo estintori a Schiuma Termini: Costo medio per estintore va dai 40 ai 90 euro
Fornitura estintori ad acqua Termini

Tipologia: Estintori ad acqua

Quando si pensa al fuoco quasi in automatico si pensa all’acqua, che in passato, quando gli incendi erano quasi tutti di classe A, era sicuramente l’estinguente più utilizzato, se non l’unico. Ad oggi l'acqua viene ancora usata nel naspo antincendio del corpo nazionale dei vigili del fuoco, negli impianti automatizzati e negli estintori idrici, appunto.

  • Per Gli Incendi di classe A e B: Molto efficace
  • Per gli incendi di classe D: NON efficace ✖

Si può utilizzare per spegnere fuochi di classe A e B ma non si deve assolutamente negli incendi di classe D (metalli), sulle apparecchiature elettroniche, in quanto si richia di rimanere folgorati e/o sulle sostanze chimiche (es: fluoro, cloro ecc.).

  • Costo estintori idrici Termini: Costo medio per estintore da 6 kg 130 euro
Fornitura estintori Halon con idrocarburi alogenati Termini

Tipologia: Estintore Halon con idrocarburi alogenati

L’impiego dell’Halon negli estintori è stato proibito dal Decreto Ministeriale dell’Ambiente e della tutela del territorio del 3.10.2001, emanato per la protezione della fascia di ozono stratosferico. Inoltre produce gas tossici nocivi per l’uomo. Questi estintori erano installati: in magazzini, archivi, biblioteche. Successivamente sono stati sostituiti da estintori dotati di sostanze estinguenti maggiormente eco sostenibili.

  • Per Gli Incendi di classe A, B, C, E, e F: Molto efficace
  • Per gli incendi di classe D: NON efficace ✖

In commercio esiste l'impianto antincendio a gas inerte eco compatibile. Il gas che meglio sostituisce l’Halon è composto da una miscela di Argon e c02, brevettato con il nome di Inergen

  • Costo estintori Halon con idrocarburi alogenati Termini: Costo medio per estintore da 6 kg tra 80 euro e 100 euro

 

Fornitura e Manutenzione Estintori Termini: Ricordiamoci inoltre che tutti gli estintori descritti in questo articolo sono soggetti a manutenzione obbligatoria. Ogni tipo di estintore ha il suo limite di tempo e data di scadenza impressa. Il controllo degli estintori è una cosa molto seria, contattaci e richiedi un preventivo GRATUITO per una fornitura e manutenzione estintori Termini.

Tipologie e Classificazione degli Incendi

Come accennato sopra, solo alcune tipologie di estintori sono appropriate a determinate classificazioni di incendi, e viceversa; questo a causa dei diversi agenti estinguenti contenuti al loro interno, che determinano il funzionamento e l’idoneità al tipo d’incendio in corso.

Riepiloghiamo le Classificazioni d'Incendio e gli Agenti Estinguenti Per Esse Efficaci:

In Base all’allegato V del DM 10/03/1998 Punto 5.1 gli Incendi Sono Classificati Come Segue:

Incendi di classe A: incendi di materiali solidi, solitamente di natura organica, che portano alla formazione di braci.
Estinguente: acqua, la schiuma e la polvere sono le sostanze estinguenti più frequentemente utilizzate per questo tipo d’incendio.

 

Incendi di classificazione B: incendi di materiali liquidi o solidi, quali petrolio, paraffina, vernici, oli, grassi ecc.
Estinguente: per questo tipo d’incendi gli estinguenti più utilizzati sono costituiti da schiuma, polvere e CO2 (anidride carbonica).

 

Incendi di classificazione C: incendi di gas.
Estinguente: Il principale intervento fattibile per contrastare tali incendi è cercare di chiudere eventuali falle o rubinetti da cui scaturisce il gas.

 

Incendi di classe D: incendi di sostanze metalliche.
Estinguente: Nessuno degli estinguenti utilizzati per gli incendi di classe A e B è idoneo per spegnere il fuoco di sostanze metalliche tipo alluminio, magnesio, potassio, sodio.

 

Incendi di classe E: fuochi di natura elettrica; cabine elettriche, quadri elettrici.
Estinguente: estintori a polveri chimiche, idrocarburi idrogenati, CO2 (anidride carbonica).

 

Incendi di classe F: incendi provocati da mezzi di cottura; grassi vegetali, olio da cucina, grassi animali, vicino ad apparecchi di cottura. Norma introdotta UNI EN 2:2005.
Estinguente: gli estintori che spengono i fuochi di classificazione F sono gli estintori a schiuma e devono essere conformi a ciò che è richiesto per la prova dielettrica.

Fornitura e Manutenzione Estintori Termini: Revisione, Controllo e Collaudo Estintori Termini

Quando si installano impianti di sicurezza antincendio, sia fissi che mobili, è fondamentale programmare la manutenzione degli stessi. Le fasi di manutenzione impianti antincendio sono 6, vediamo quali.

1. CONTROLLO INIZIALE – (a carico dell'azienda di antincendio)

L’azienda di manutenzione estintori scelta comincia a prendersi carico del cliente, accertandosi dello stato degli estintori presenti, valutando:

  • se sono corrosi;
  • se sono gli stessi segnati nel piano antincendio;
  • se sono provvisti di opportuno marchio;
  • se esistono ancora ricambi adeguati;
  • se hanno il libretto d’uso e di manutenzione;
  • se superano i 18 anni di vita;
  • se devono essere ritirati dal mercato in conformità delle normative vigenti.

2. SORVEGLIANZA – (a carico dell’azienda)

Questa fase viene raccomandata 1 volta al mese, ed è a carico dell'azienda; essendo anche soggetta a sanzioni penali è molto importante rispettarla. E' un controllo visivo fatto da un tecnico specializzato, che analizza l'impianto per assicurarsi di non riscontrare anomalie.

3. CONTROLLO PERIODICO – (a carico della ditta di manutenzione)

Il controllo periodico deve venire eseguito ogni 6 mesi. Dovrà essere fatto da un manutentore esperto, dotato di una chiave dinamometrica tarata e della coppia di serraggio (fornita dal produttore) per ogni estintore. In più, per controllare la pressione all'interno degli estintori, utilizzerà un manometro esterno tarato con un sistema di taratura SIT.

4. REVISIONE PROGRAMMATA – (a carico dei manutentori)

La revisione estintori programmata consiste nella sostituzione dell’estinguente, e serve a ripristinare l’efficienza dell'estintore. Le procedure specifiche sono riportate nella UNI 9994-1 e hanno una periodicità programmata:
 

Tipo estintori Revisione Collaudo ogni:
Estintori a polvere 3 anni 6 anni
Estintori a schiuma (con estinguente premiscelato) 2 anni 6 anni
Estintori a schiuma (acqua e additivi in cartuccia) 4 anni 6 anni
Estintori idrici 4 anni 6 anni
Estintori ad Anidride Carbonica 5 anni 10 anni
Estintori con idrocarburi alogenati 6 anni 6 anni

Nella revisione programmata viene eseguito un esame interno dell'impianto per la sostituzione di:

  • Dispositivi di sicurezza
  • Guarnizioni
  • Valvola (per gli estintori a CO2)
  • Agente estinguente

5. COLLAUDO – (a carico della ditta di manutenzione)

Si tratta di una misura di prevenzione utile nella verifica per la stabilità del serbatoio dell'impianto. Questa è la fase con più oneri per la ditta di manutenzione estintori, in quanto impone il trasporto dell'estintore in officina, lasciandone uno in sostituzione. Successivamente, per quanto riguarda gli estintori a polvere, l'estinguente andrà smaltito correttamente e si dovrà effettuare la sostituzione della valvola. Per gli estintori a CO2 invece, il procedimento è più conveniente.

6. MANUTENZIONE STRAORDINARIA – (a carico del manutentore o dell'azienda in base al contratto stabilito)

La manutenzione straordinaria consiste nel ripristinare l'estintore: questa fase viene affrontata qualora l'estintore sia stato utilizzato (anche solo parzialmente), manomesso o accidentalmente danneggiato. Una parte particolarmente importante riguarda la gestione dello smaltimento di tutti i materiali contenuti nell'estintore.

E' Importante Accertarsi che la Ditta di Fornitura e Manutenzione Estintori Termini
▶ Sia Dotata delle Dovute Autorizzazioni Obbligatorie per Legge
▶ Usi SOLO Pezzi di Ricambio Originali
▶ Utilizzi Estinguenti Dichiarati e Depositati al Ministero

   

La normativa sulla manutenzione estintori (che puoi leggere nel capitolo successivo) comprende le fasi di controllo, revisione e collaudo.

   

Normativa Estintori: Consulta le Regolamentazioni di Legge

  • Normativa posizionamento estintori portatili: Il Decreto Ministeriale 10 del 1988 e la norma UNI 9994 stabiliscono che gli estintori portatili devono essere posizionati lungo le vie d'uscita e vicino alle porte di emergenza, fissati al muro oppure sollevati da terra ad un'altezza di almeno 1,5 mt.
  • Manutenzione estintori normativa: La normativa di riferimento per la manutenzione e la revisione degli estintori (*vedi anche: Revisione estintori normativa – Collaudo estintori normativa – Controllo estintori normativa) è la UNI 9994-1:2013.
  • Normativa estintori negozi: Questa norma è stata redatta e successivamente inglobata nel Codice di prevenzione incendi Decreto Ministeriale 3 ago. 2015.
  • Normativa estintori in condominio: La normativa antincendio di riferimento per la presenza di estintori in condominio è d.p.r. n. 151/2011.
  • Normativa estintori autobus: La circolare del 23/03/2018 – Prot. n. 6575 regola la presenza di 1 estintore a schiuma da 5kg per gli autobus con meno di 30 posti e di 2 estintori a neve carbonica da 2kg per gli autobus con più di 30 posti.

I Clienti Richiedono la Fornitura e Manutenzione Estintori Termini per:

  • Fornitura Estintori Termini per RSA – Manutenzione Estintori Termini per RSA
  • Fornitura Estintori Termini per Ospedali – Manutenzione Estintori Termini per Ospedali
  • Fornitura Estintori Termini per Cliniche Private – Manutenzione Estintori Termini per Cliniche Private
  • Fornitura Estintori Termini per Studi Medici – Manutenzione Estintori Termini per Studi Medici
  • Fornitura Estintori Termini per Case di Riposo – Manutenzione Estintori Termini per Case di Riposo
  • Fornitura Estintori Termini per Studio Veterinario – Manutenzione Estintori Termini per Studio Veterinario
  • Fornitura Estintori Termini per Ambulanze – Manutenzione Estintori Termini per Ambulanze
  • Fornitura Estintori Termini per Farmacie – Manutenzione Estintori Termini per Farmacie
  • Fornitura Estintori Termini per Parafarmacie – Manutenzione Estintori Termini per Parafarmacie
  • Fornitura Estintori Termini per Pronto Soccorso – Manutenzione Estintori Termini per Pronto Soccorso
  • Fornitura Estintori Termini per Uffici – Manutenzione Estintori Termini per Uffici
  • Fornitura Estintori Termini per Aziende – Manutenzione Estintori Termini per Aziende
  • Fornitura Estintori Termini per Imprese – Manutenzione Estintori Termini per Imprese
  • Fornitura Estintori Termini per Industrie – Manutenzione Estintori Termini per Industrie
  • Fornitura Estintori Termini per Negozi – Manutenzione Estintori Termini per Negozi
  • Fornitura Estintori Termini per Attività – Manutenzione Estintori Termini per Attività
  • Fornitura Estintori Termini per Supermercati – Manutenzione Estintori Termini per Supermercati
  • Fornitura Estintori Termini per Centri Commerciali – Manutenzione Estintori Termini per Centri Commerciali
  • Fornitura Estintori Termini per Centri Estetici – Manutenzione Estintori Termini per Centri Estetici
  • Fornitura Estintori Termini per Frutterie – Manutenzione Estintori Termini per Frutterie
  • Fornitura Estintori Termini per Scuole – Manutenzione Estintori Termini per Scuole
  • Fornitura Estintori Termini per Uffici Postali – Manutenzione Estintori Termini per Uffici Postali
  • Fornitura Estintori Termini per Banche – Manutenzione Estintori Termini per Banche
  • Fornitura Estintori Termini per CAF – Manutenzione Estintori Termini per CAF
  • Fornitura Estintori Termini per Aeroporti – Manutenzione Estintori Termini per Aeroporti
  • Fornitura Estintori Termini per Stazioni Ferroviarie – Manutenzione Estintori Termini per Stazioni Ferroviarie
  • Fornitura Estintori Termini per Musei – Manutenzione Estintori Termini per Musei
  • Fornitura Estintori Termini per Teatri – Manutenzione Estintori Termini per Teatri
  • Fornitura Estintori Termini per Stadio – Manutenzione Estintori Termini per Stadio
  • Fornitura Estintori Termini per Palestre – Manutenzione Estintori Termini per Palestre