La Valutazione del Rischi incendio è stata condotta nell’ottica di individuare il livello di rischio generale ed il livello di rischio per aree omogenee. Redazione del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR).

Per luoghi di lavoro a rischio di incendio medio si intendono a rischio di incendio medio i luoghi di lavoro che fanno parte delle categorie del rischio d’incendio medio riportati negli allegati del Decreto Ministeriale del 16 febbraio 1982, oltre che i cantieri temporanei e mobili dove ci sia, per necessità, l’uso di fiamme libere o sostanze infiammabili, ma nei quali, in caso di incendio, la propagazione dello stesso è da ritenersi limitata.

La Formazione per gli addetti antincendio a rischio medio

Il corso di formazione antincendio rischio medio è rivolto agli addetti alla squadra antincendio aziendale. Il corso viene organizzato secondo il D.M. 10 marzo 1998. La finalità del corso è fornire la formazione necessaria agli addetti alla gestione delle emergenze per affrontare situazioni di emergenza aziendale a causa dell’innesco di incendio.

I contenuti e la durata della formazione sono stabiliti per il Corso Addetti Antincendio Rischio Medio secondo le previsioni della Circolare del Ministero dell’Interno in 8 h di corso.

La formazione antincendio dei lavoratori che parteciperanno al corso dovrà essere aggiornata con cadenza triennale con 5 h corso di aggiornamento.

Al termine del corso viene rilasciato un attestato di frequenza, riconosciuto dalla Regione Lazio.

Argomenti trattati nel corso antincendio Rischio Medio

  • principi sulla combustione e l’incendio;
  • le sostanze estinguenti;
  • triangolo della combustione;
  • le principali cause di un incendio;
  • rischi alle persone in caso di incendio;
  • principali accorgimenti e misure per prevenire gli incendi.
  • le principali misure di protezione contro gli incendi;
  • vie di esodo;
  • procedure da adottare quando si scopre un incendio o in caso di allarme;
  • procedure per l’evacuazione;
  • rapporti con i vigili del fuoco;
  • attrezzature ed impianti di estinzione;
  • sistemi di allarme;
  • segnaletica di sicurezza;
  • illuminazione di emergenza.
  • le principali misure di protezione contro gli incendi;
  • vie di esodo;
  • procedure da adottare quando si scopre un incendio o in caso di allarme;
  • chiarimenti sulle principali attrezzature ed impianti di spegnimento, estintori d’incendio etc. con presa visione degli stessi;
  • presa visione sulle attrezzature di protezione individuale (maschere, autoprotettore, tute, etc.);
  • esercitazioni pratiche sull’uso delle attrezzature di spegnimento e di protezione individuale.  

I contenuti e la durata della formazione sono stabiliti a seconda del livello di rischio dell’azienda; possiamo infatti distinguere attività a rischio basso (4h), a rischio medio (8h) e a rischio elevato (16h). La formazione dei lavoratori designati andrà aggiornata con cadenza triennale (Rischio basso 2h, Rischio medio 5h, Rischio alto 8h) secondo le previsioni della circolare del Ministero dell’interno.

I corsi antincendio a rischio medio sono disponibili anche in tutta Italia su antincendio.it.